Home » Gennaio Febbraio 2022 » L’altro cielo di Lombardia

L’altro cielo di Lombardia

Home / Gennaio e Febbraio / L’altro cielo di Lombardia

L'altro cielo di Lombardia

Per una storia alternativa del Rinascimento
e del Barocco lombardo

Flavio Santi

Collana: Early modern

Pagine: 166

Formato: 16×23 brossura

Uscita: Gennaio 2022

Prezzo: euro 15,00

ISBN: 978-88-400-2202-4

Definire, se non rivoluzionaria, per lo meno destabilizzante una ricerca di base come quella condotta, nel solco di studiosi come Carlo Dionisotti e Giovanni Parenti, da Flavio Santi su centinaia di autori del Quattro-Seicento lombardo oggi quasi sconosciuti (quali Lancino Curti, Giason del Maino, Publio Francesco Spinola) potrebbe sembrare bizzarro. Pure, ciò è quanto risulta allorché si considerino i due risultati principali cui essa perviene su un piano più ampio: innanzitutto come oltre due secoli di cultura lombarda siano precipitati nel nulla agli occhi dei posteri, facendo apparire quello che fu un paesaggio fertilissimo come una landa desolata e rendendo incomprensibili i risultati di quella medesima cultura nel secolo XVIII; e in secondo luogo, come ciò che quegli autori intendevano per umanesimo poco avesse in comune con quanto vale per noi, alimentandosi di Carneadi oggi ignoti non al solo don Abbondio e a mala pena nominando coloro che consideriamo i pilastri della classicità.

Una prova in più che la storiografia non è la riscoperta di alcunchè d’univoco esistente da sempre in qualche dove o qualche quando, ma una costruzione nel presente, e un’ulteriore conferma del celebre giudizio crociano secondo cui “ogni vera storia è storia contemporanea”. La memoria storica insomma, anche la più raffinata e dotta, non è, come spesso si crede, un deposito anodino d’informazioni, ma una funzione mentale che ha, di suo, il compito di farci star meglio.

Flavio Santi (1973), si è laureato in Filologia medievale e umanistica, conseguendo poi il dottorato in Filologia moderna. Ha studiato a Ginevra con Guglielmo Gorni; ha lavorato con Maria Corti al Fondo manoscritti di Pavia e con Enzo Siciliano alla storica rivista “Nuovi Argomenti”. Insegna all’Università dell’Insubria di Como-Varese. Si occupa di Dante, letteratura umanistica e rinascimentale, letteratura in dialetto, storia della lingua e traduttologia.

Acquista su:

Cosa ne pensi? Lascia un commento

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti