Home » Ottobre Novembre 2021 » Gli studi culturali, il lavoro intellettuale e la pratica politica

Gli studi culturali, il lavoro intellettuale e la pratica politica

Home / Ottobre e Novembre / Gli studi culturali, il lavoro intellettuale e la pratica politica

Gli studi culturali, il lavoro intellettuale e la pratica politica

Saggi 2015-2021

Lawrence Grossberg
Claudia Gualtieri
Roberto Pedretti

Collana: Testi e studi

Pagine: 263

Formato: 15×21 brossura

Uscita: Novembre 2021

Prezzo: euro 20,00

ISBN: 978-88-400-2188-1

Viviamo in tempi difficili. Sembra che le istituzioni generate dal capitalismo neoliberista, con le loro norme, non si pongano il problema di risolvere le contraddizioni che esse stesse hanno contribuito a creare. Le persone cercano di trovare il senso alle proprie vite sperimentando forme nuove di azione che consentano loro di trasformare il presente e prepararsi alle promesse del futuro. Gli Studi Culturali: il lavoro intellettuale e la pratica politica. Saggi, 2015-2021 comprende una selezione di saggi tra i più significativi scritti negli ultimi cinque
anni da un intellettuale rigoroso, audace e generoso, che abbraccia la responsabilità e le sfide di una “cono
scenza senza garanzie”. Da decenni sostiene che “come” si osserva e racconta ciò che accade è tanto importante quanto “cosa” si pensi, perché storie “cattive” producono cattive politiche. Analisi storiche rigorose, sostenute da un approccio teorico solido, sono utili per il nostro presente e devono riconoscere il ruolo fondamentale della cultura. Le storie “migliori” accolgono le complessità del mondo senza soccombere a banali semplificazioni, si concentrano sulle specificità del contesto senza cedere a pigre generalizzazioni, distinguono ciò che è vecchio da ciò che è nuovo senza cadere nella romantica divisione tra il noto e lo sconosciuto. Tali storie devono accettare l’incertezza con quella generosa umiltà che consente all’intellettuale impegnato di pensare, lavorare, dialogare collettivamente e imparare a convivere con le differenze pur nella ricerca di nuove forme di unità.

Ampio spazio viene dato ai processi di costruzione dell’identità alla luce dei compiti evolutivi che impegnano gli adolescenti sui versanti dello sviluppo fisico-corporeo, cognitivo, emotivo-affettivo e relazionale: corpo, mente, emozioni, affetti e realtà sociale sono infatti i temi intorno a cui ruota il volume, poiché rappresentano gli ambiti privilegiati per la riorganizzazione del sistema del Sé in adolescenza.

I percorsi di sviluppo intrapresi dagli adolescenti vengono calati nella realtà culturale che essi vivono, con un’attenzione particolare al passaggio dalla preadolescenza all’adolescenza e uno sguardo verso l’adultità emergente. I ragazzi di oggi, infatti, se da un lato vivono un’anticipazione dello sviluppo puberale e dell’ingresso nella preadolescenza, dall’altro lato ritardano, rispetto al passato, la transizione all’età adulta, anche in relazione ai fattori sociali e culturali che non facilitano l’autonomia dalla famiglia d’origine.

In questa prospettiva, attenta alla realizzazione dei compiti evolutivi nella realtà culturale attuale, il volume si rivolge a psicologi, insegnanti, educatori, genitori e più in generale ai diversi operatori chiamati a confrontarsi con le crisi che l’adolescente incontra e con gli esiti positivi e negativi dei diversi percorsi di crescita.

Claudia Gualtieri e Roberto Pedretti insegnano “Culture anglofone” e “Cultura inglese” presso il Dipartimento di Scienze della Mediazione Linguistica e di Studi Interculturali dell’Università degli Studi di Milano.
Nella loro collaborazione scientifica hanno approfondito la ricerca culturale, storica e letteraria sulla scrittura
postcoloniale e le pratiche sottoculturali nei paesi di lingua inglese, applicata soprattutto a Gran Bretagna, Sudafrica e alle espressioni europee e italiane delle migrazioni.

Acquista su:

Cosa ne pensi? Lascia un commento

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti